L’abbazia di San Giovanni in Fiore e le sue grancie di S. Giacomo delo Virdò e di Santa Maria de Terrata nell’inventario del 1571

Abbazia S. Giovanni Fiore

Abbazia Florense di San Giovanni in Fiore (CS).

Il 24 gennaio 1571 (“anno incarnationis D.ni 1571 nono calendas februarii”) Pio V concedeva la commenda dell’abbazia cisterciense di San Giovanni in Fiore al cardinale di Santa Severina (II, f. 53).

Il 19 febbraio 1571 il reverendo Giovanni Antonio Grignetta U.J.D. di Napoli, procuratore dell’arcivescovo Giulio Antonio Santoro, perpetuo amministratore e commendatario dell’abbazia di S. Giovanni in Fiore, prendeva possesso dell’abbazia e del casale di S. Giovanni in Fiore “cum omnibus eorum iuribus jurisditionibus redditibus proventibus introytibus gagiis emolumentis et pertinentiis ad casalem et abbatiam tam de iure quam de consuetudine spectantibus et pertinentibus”.

Furono presenti i frati dell’abbazia: il priore Matteo Ursetta, Benedicto Valente, Augustino Perito e Marco de Policastrello.

Furono presenti all’atto di consegna: “Nob. Marco accinbatore dicti Casalis An. Jud. R.do fra.co modio archidia.o s.tae s(everi)nae m.co Jo: ber.no cocinella de lisola Nic.o maria fellapane di s(an)ta s(everi)na no: fra.co dele serre di s(an)ta s(everi)na Jo: bap.ta mancuso di detto Casale Pet.o Jaquinta dicti Casalis diacono Tademo Londino dicti Casalis pomponio Vasili dicti Casalis et aliis”.

Tre giorni dopo il Grignetta completava il possesso della chiesa di S. Giacomo delo Virdò in territorio di Caccuri e della chiesa di Santa Maria de Terrata in territorio di Rocca di Neto.

In tale occasione furono compilati gli inventari dei beni appartenenti alle tre chiese. Il documento estremamente lacunoso e frammentario, è contenuto nel protocollo II del notaro di Santa Severina Marcello Santoro che si conserva presso l’Archivio di Stato di Catanzaro.

******

(f. 117 r)

Die 19 mensis februarii 14 Ind.s 1571 In Casali s.ti Jo: de flore.

Inventarium relliquiarum et bonorum repertorum in ecl(es)ia (et Abbatia et grancis) s.ti jo(ann)is de flore (sita in loco dicto la sila jux.a suoi confini)

per R.m D(domi)num Jo(ann)em Ant.m grignetta UJD vic.m g(ene)ralemCivi.tis S.ae S.nae

procu(rato)rem Ill.mi et R.mi D(omi)ni Cardinalis dicte Civi.tis et

comendatarii dictae Abbatiae s.ti Jo(ann)is de flore ut infra

Videlicet

Relliquie que invente fuerunt in relliquiarijs

Reliquie

Imp.s una Crucecta di oro con il legno de la s.ma Croce dentro di

una vossita di legno con la scritta Caute aperi prop(te)r d(omi)ni

sepulcrum et lignusa

Item una Cascecta picco[la] … … … et …

mosiata d’oro nella quale ci sono p[iu et div]erse reliquie senza nome

Item dentro unaltra Cascecta … vi è un pezo di veste

in modo …..……………… et dicono li padri

havere saputo dali antiqui [loro] che par essere dela veste del Sig.re

Item unaltra Cascetta di piu et diverse relliquie reposte dentro et

piu diverse cartoccie senza nome

Item dentro una vossita di legno pinta ci e un velo zafaranato

dicono li padri havere inteso dalloro antiqui esser il velo de la madonna

Item una Cascecta dentro la quale di Cipresso pinta dintro la quale ci sono

diverse peze legate con relliquie dentro senza nome con una vossita

dentro senza Cuperchio et l’infr.e relliquie dentro videlicet

relliquia Innocentum De s.to Jac.s fra(tri)s d(omi)ni s.ti paulini ep(iscop)i et undecim millium virginum

Item unaltra Cascectina di avolio con li ferri di actone ci sono piu

et diversi relliquie senza nome

Item una Cascecta grande di avolio Ciappectata di actone indo[rata]

ci sono piu et diverse reliquie se[nza] nome et dentro vi sono dette

diverse relliquie et parti ….. .. vinti … … se d… senza

nome intro unaltra  cascectina di avolio …….. quale sta dentro

…………… di ……………….

 

(f. 117v)

Item dentro doi Cascecte di Cipresso vi sono Costate integre

Venti doi: Quatt.o Cannoli Cinque Cannoli di braza

et altri ossa piccoli et grandi senza nome dicono havere

inteso da li vechi che sono tutti ossa del beato Joachino

et dicono che sia gran parte del Corpo, et ci è di piu un

testicolo dal quale esce grandiss.o odore, et dentro una

di decte Cascecte vi è una Carta scripta hoc m(od)o videlicet

In no(mi)ne d(omi)ni N.ri Jh(es)u xpi amen anno a nativitate eiusdem

1568 die nono mensis may Ego donnus Macteus

de bello fontes diocesis militensis promicto stabilitatem

meam et remissionem [peccat]orum meorum obedientiam secundum

regulam s.ti benedicti …am deo et omnibus santis quorum

relliquiarum …….  monasterio s.te marie de altilia

diocesis s.ae sev.nae … … jo(ann)is bap.ta di valde

… … ………… eiusdem [mo]nasterii

Cisterciensis s.ti ber.[i] … Cuius ………… marie

p… …… Die q…. Manu prop.a scripta

Reliquie con le scripte videlicet

Item Ci sono piu et diverse relliquie Con scripte videlicet

uno osso con la scripta Dionisii l’aropagita

unaltra Eusepi presb(iter)is

una Cartoccia scripta relliquia s.te lucine disciple aposto[lorum]

dentro una peza bianca ci sono Cinque peccecta con la

scripta che dice iste pecie panni sunt reliquie sanguinis

d(omi)ni

Dentro una Carta scripta ci sono Certi ossa con la scripta

s.ti Cosma et damiani

Una pecza lunga con la scripta cosuta che dice pannum istud

Cristi sangue tictulo pro…………………

Una Cartocciula Santa Barnaba pare che sia un poco

di osso de la testa

 

(f. 118r)

Un poco di taffita bianco con la scritta : Beati Agnesis con l

osso et non se po’ discerner’ di che parte sia.

Dentro una Cartoccia di Coiro vi e un poco di osso con la

scripta s.te Anastasie martiris et dice Capitis

Dentro unaltra cartoccia scritta vi è del sangue di s.to Th(omas)o

martire et ep(iscop)o secondo la scritta

Uno osso con la scritta  che dice s.ti Xpari

Unaltra scritta de Capitibus s.ti Grisari et dari dentro un

poco di taffita scolorito

Dentro una carta di Coiro vi e de lapide Iesus xpus con la scripta

Procopii martirii un osso [senza] scritta

Marci papae ……… uno osso piccolo

Margarita virginis et [martire] unaltro osso piccolo

Di Basili [ve]scovo ……..………… sia

s.ti Cipriani martiris uno osso piccolo

uno ossio dentro un velo … santa Anastasia martiris

s.ti Cipriani martiris un poco di osso dentro una carta

In lapide sepulcri d(omi)ni di dentro una Carta

s.ti Alexi confessoris un poco di osso dentro una Carta

Uno osso piccolo dentro una Carta di coiro scritta s.ti

gregorii Theologi

In un poco di taffita verde vi e una scritta et un dente

che dice dens ph(ilipp)i apostoli

dentro un poco di Carta ci e una scritta che dice s.ti Alexi Confesso[ris]

con un ossicello

Un poco di peza bianca con la scritta pallium s.ti Th(omas)i

Cantariensis ep(iscop)o et dentro vi e una peza negra

Petrunille martiris un poco di osso dentro una peza bianca

con la scritta in una Carta di Coiro.

Una scritta con un poco de peza negra che dice reliquia s.ti And[rea]

apostolo

 

(f. 118v)

un poco di osso dentro una peza con la scritta che dice

s.ti Albini ep(iscop)i et confessoris

una Cartoccia sop.a una peza bianca scritta che dice relliquie

s.te Ninfe virginis con ossa che non se pono descernere

di che parte del Corpo siano.

una scritta che dice S.te Lucie et geminiani et dentro vi sono

doi pezi di ossa piccoli.

un pezo di osso con la scritta de Capite Jacobi fr(atr)is d(omi)ni.

un pezecto di osso con la scritta che dice di s.to marco evang(e)lista

Di piu vi e una Catena di maglie di ferro alla antiqua

numero Cento Trentatres et una voccula rotunda

Quali sup.te Cascette et Catena sono reposte et inferriate

dentro un relliquiario nel muro di retro l’altare

magiore a man [destra] sinistra con la … … sopra

… relliquie et con la portella con suo Catinazo

piccolo

Dietro laltare magiore [a man sini]stra destra vi e una finestra

dentro del muro con leg facta con legno di noce con la scripta

sop.a che dice Xpi D(omi)ni Corpus; Con uno altarecto abascio

et dentro vi e una vossita di legno dorata dove sopra

di un poco di Corporali vi son trovati Tre particule, la quale

vossita e coperta di un velo bianco vecchio et stà reposta

Item sop.a uno altarecto coperto da una tuvaglia di banbace doppia

Item dentro decta finistrella vi sono tre fiaschecti di piltro

con loglio santi videlicet oleum infirmorum, sanctum, et Catacu

minorum

Item vi e una bunbula stainata con acqua del bactesimo

la quale serve per bactizare per non essere ne in dicta chiesa

ne in dicto Casale fonte del bactesimo

Item dentro dicta finestra vi e un tabernaculo di legno

indorato con le finistrelle de vitro con le l(icte)re intorno Salvator rota

 

(f. 119r)

Imagines in altari maiori

Altare Magiore

In mezo v’e l’Imagine dela madonna col figliolo di relevo indorato Con

la scritta in piedi Tibi Coeli regina Abbas salvator rota dicavit

An man destra di dicto altare vi è l’Imagine di rilevo di s.to

benedicto Joanne ap(osto)lo bap.ta con l’agnello et Croce alla man sinistra

et il libro alla  man destra, et alla parte sinistra del altare

vi è la Imagine di s.to benedetto, con lo libro alla man sinistra

et il baculo alla destra, et l’Imagine dela madonna è coperta

da un velo bianco, et decte Imagine sono dentro di una

pavim.to di tavole con le porte che si chiudino

Altare magiore

In dicto altare v’è una Croce di legno con lo Crucifisso dorato et argentato

Item una mitria di legno indorata [con] una aquila di relevio indorata

che tene uno bove

Item sei Candileri doi di … et quatt.o di legno

Item una Carta di gloria vecchia

Item Tre tovaglie una di tela grande lavorata di filo gialla

con la rete intorno et doi altre sono di tela banbagina

Item uno altarecto grande

L’altare è di marmore sop.a quatt.o colonne de pet.a tufara

Item uno avante altare di taffita bianco Cultrato con la frangia

intorno di Capicciola verde et gialla con certe listette di raso

russo con doi liste grande di Carmosino grande et con le

arme di Casa rota videlicet una rota un leone, sop.a una

Croce di s.to Jac.o di spagna sotto il quale avante altare

vi è un altro di Coiro dorato

Item doi coscini di Coiro vecchi.

Item abascio dedicto [altar]e ci sono doi Candileri di legno

grandi color[at]i

Item a man sinistra di dicto altare vi è una finestra grande

di pet.a Con un vaso grande di rame nel quale dicino la fonte

che si abattiza et dentro dicta fonte … il s………

 

(f. 119v)

Item abascio de dicto altare ci è un discolo piccolo nel quale

si offitia con doi scanni grandi rustici, et un discolo

lungo nel quale si Canta l’ep(isto)la et lo evang(e)lio

Item doi Campanelli piccoli a man senistra di l’altare

Item sop.a dictu altare ci è un pavim.to di tavole di apeti

nel quale ci sono torcie trà bianche et rosse vinti octo

fra cosi grandi come piccoli, et vuti piccoli teste

e mani

Cappella di san benedetto

Item Vi e a man destra di dicta Chiesa una porta

di pietra grande senza porta di legno sop.a di la quale

ci e un Trono et octo torcie tra bianchi et rossi

cosi grandi come piccole et quaranta ceri di diversi

sorte

….

Per dicta porta si entra in una Cappella sub vucabulo

s.ti benedicti dove vi e uno altare con l’Imagine di

relevo di san fran.co di paula sop.a l’altare ci sono

una tovaglia sottile lavorata di filo bianco et russo

con la frangia del medesimo con doi altre tovaglie una

di lino et laltra di banbace

Item uno altarecto cosecrato et sta sop.a l’altare

di marmo che e reposto sop.a Cinque colonecte

Item una avante altare di damasco rangiato con

una frangia di seta bianca et rossa con l’arme di Casa

rota videlicet una rota et un leone con la Croce di s.to

Jac.o di spagna.

In mezo di dicta chiesa sop.a la porta del Choro vi è un Crucifisso

di legno vecchio.

 

(f. 120r)

p.o  Al Intrare di dicta chiesa vi e un vaso di marmo con una Colonna

con l’aqua santa

Cappella S.te Marie

A man sinistra di dicta chiesa v’è una porta

Imp.s All’Intrare di labbatia et chiesa di s.to Jo: di fiore sita entro dicto Casale di fiore vi e un vaso di marmore

con una colonna con l’acqua santa

Item piu abascio sono doi altare scoperti nel quale alluno a man

destra vi e una Croce di marmo.

Reliquie          Cappella de s.ta M.a

A man sinistra di dicta chiesa vi e una porta Con un arco di petra

all’incontro di laltro vi e una porta di legno per la quale si entra

in una Cappella che si …….. dove e ut …. una tova[glia]

con il friso …………………..

s.te Caterine et s.to Ant.nio di ……………………

Item sopra dicto altare vi sono tre tovaglie la p.a la[vo]rata

di filo russo innante con frangie simile intorno et li doi altre

sono di tela bianca vecchia.

Item uno avante altare di gianbellocto bianco con fascecte di

belluto Carmosino, et frangia di seta bianca et russa

con le arme di Casa rota come l’altre et sotto unaltro avante

altare di tela cilendrata vecchia

Uno hornam.to di legno lavorato intorno decto altare.

Item direto dicto altare vi e una memoria di petra di

l’Abbate Jacchino

Sop.a dicta Cappella ci sono dudici torcie tra piccoli e gra[ndi]

rossi, et vinti quatt.o voti di piu sorti

Sacristia

Per dentro di decta Cappella si entra alla sacristia nuo[va]

la porta dela quale a man sinis[tra] all’intrare vi e un

fonte piccolo di marmore per [l’acq]ua santa

 

(f. 120v)

Avante altare semplici

Inp.s uno avante altare di Cianbellotto torchino con una Croce di bruccato

a tronchi con doi gionte alli lati di velluto verde con frangia

di seta gialla et torchina con doi rote alli lati et tene una

cassubra del midesimo.

Item unaltro avante altare di raso listato Carmosino et bianco

con le frangie di seta del medes.o colore con l’arme in mezo

di Casa rota videlicet una rota un leone con una Croce di s.to

Jac.o di spata

una Cassu[pra] del med.o con una Croce di velluto virgato verde

Tonicelle semplici

Item doi Tonicelle di raso paunazo con fibrie di velluto verde

con l’arme di Casa rota, con fiocchi et francie intorno di seta

gialla et verde.

Cassopre simplici

Item una Cassopra di velluto verde antiqua con la Croce di oro falso

Item unaltra cassopra [di da]masco bianco …  vecchia

con Croce d’oro falso …

Item unaltra Cassupra di damasco rage… con Croce di di telecta

turchina con le arme di Casa rota

Item unaltra Cassopra di Cianbellotto bianco con Croce di

lo med.o a torno di fasciette di velluto Carmosino con l’arme

di Casa rota.

Item doi cassupre sempie di Tela bianca

Item una Cassupra di Tela negra vecchia

Palii seu chi pioviali

Item uno pioviale di velluto leonato toccato di foco in alcune

parte listato di lavore facte di raso verde et bianco con fra[ngie]

del [med.o] con lo suo Cappuccio di belluto russo.

Item doi pioviali di raso falso bianco et nigro toccato

delo foco con li soi cappucci di [oro] falso con doi Imagine

di la madonna et di san jo: bap.ta.

Item unaltro piovi[ale] di taffita con lo friso di oro falso figurato

con lo cappuccio [di ti]lecta torchina

 

(f. 121r)

Cappelle fornite

Item uno Avante altare con la sua Cassupra et tonicelle di Tilecta

verde et gialla listata con francie di Capicciola bianca ve[rde]

et gialla, et con li fiocchi alli tonicelle, et l’arme di Casa rota

infoderate di Tela torchina.

Item unaltra Cappella con avante altare Cassupra tonicelle

et panno di lecterio di tilecta virgata di traverso bianca

gialla et pardiglia con frangie di fiocchi di Capicciola

bianca gialla et torchina con l’arme di Casa rota.

Vestim(en)ti seu Camisi

Item un Camiso con lo suo amicto di tela banbacigna con la sua

stola et manipolo et [cingolo]

Item unaltro vestim.to di tela di banbace con lo suo amicto [stola]

Cingolo et manipolo

Item unaltro vestim.to di tela di banbace con lo suo amicto stola

[manipolo] et Cingolo di tela

Item unaltro vestim.to di tela di banbace con lo suo amicto

stola manipolo et cing(o)lo di seta.

Stole senplici

Item una stola di velluto verde infoderata di tela bianca

con passo mano rosso alli finbrie

Amicti semplici

Item uno amicto di tela di banbace con la finbrie di oro falso figu

rato con la figura di s.to Jo:

Item unaltro amicto di tela di banbace con li finbrie di oro

falso et figura [di s.to] Ant.o

Item unaltro amicto di tela di banbace con la finbrie di vell[uto]

negro con zagharelle lavorato intorno di seta rossa

 

(f. 121v)

Tovaglie

Item una tovaglia seu mandile banbacigna sottile tramata con seta

Item unaltra tovaglia di banbace vecchia

Item unaltra tovaglia di banbace lavorata di seta intorno

Item una tovaglia di tela di Casa con le frangie intorno lavorata

di filo bianco vecchia

Item unaltra tovaglia di tela di banbace con le frangie intorno

di filo bianco et russo

Item unaltra tovaglia di filo indente vecchia

Item un velo di banbace

Porificatori …

Item porifcat.i di diverse sorte tanto lavorati come semplici

num.o …

Calici di Argento [con le] patene

Item Calice ………………. [con l’arme di Casa] rota

et sono di argento di f…

Item doi Calici di argento con il pumo guasto et patene Indorate

Delli quali uno è con l’arme di Casa rota

Item unaltra patena di argento bascio

Pace

Item una pace di actone con la pietà

Incenseri

Item doi incenseri di actone vecchi con una navetta di piltro

Ampullecte et piactelle

Item doi para d’ampollecte di piltro con una Tasfetta simile

Campanelli

Item uno Campanello di metallo seu brunzo lavorato con le

frangie di filo verde

Item un [campanello] piccolo con la manica di Corame

 

(f. 122r)

Coscini

Item doi Coscini di lana listiata di giallo et verde.

ferri per far Hostie

Item uno paro di ferri per fare Hostie

libri

Item uno missale scritto a mano di carta di pergameno senza

principio, et senza fine

Item uno Virgilio scritto a mano postillato con l(icte)re sottile

Item uno libro scritto a mano in carta pergamena titulato anbrosium

de Trinitate et comincia … vis sante

Item il prefatio in certo foglio di Carta pergamena

Item un libro grande in carta pergamena con la robrica che comincia

incipit liber di do(mi)no Joachim primi florensis abbatis in

opera ……………………………

Item un libro di l(icte)re a mano in carta pergamena senza principio et fine

pare che sia tracto d… … et de Vita temporibus monacorum

Item uno messale grande in carta pergamena scritto a mano

Item uno libro scritto a mano di pergamena che comincia Incipit Marti

rologium Ven: Bede presb(ite)ri.

Item unaltro libro scritto a mano in pergameno intitulato de fide hominis

Item uno messale vecchio antiq.o senza principio scritto a mano

Item unaltro libro grande scritto a mano di l(icte)ra minuta et grossa in

titulato in la rubrica Incipit prologus divi Joachim primi

florensis abbatis in expositione libri apocalipsis

Item unaltro libro in octavo f.o scritto a mano in carta pergamena

senza nome et non se po’ sapere che cosa sia si non che al fine

dela metà d’esso dice placet liber mediororum et comincia

liber de morte et Vita

Item unaltro [li]bro in foglio scritto a mano in carta pergamena et

senza pri[ncipio et] fine

 

(f. 122v)

Item unaltro libro Vecchio scritto a mano in Carta pergamena

in octavo foglio et non se po’ descernere di che tracti pare che

tracti de regimine monacorum

Item unaltro libro in octavo scritto a mano in Carta pergamena

et non se po’ discernere il titolo ne di che tracti

Item unaltro libro scritto a mano et apostillato in Carta pergamena

intitulato duodecini Tribrum facta a moisen et Aron

Item un altro libro in octavo f.o in carta pergamena titulato expositio

d(omi)ni ber.di abbatis claravallensis super Cantica

Item un libro grande in Carta pergamena di l(icte)ra suctile senza

principio pare che siano li salmi et parte del’eclesiastico

et del testam.to novo

Item un libro in octavo scritto a mano in carta pergamena et comincia

Incipit liber [claravallensis] abbatis de Cantica

Item unaltro libro scritto a mano in l(icte)re minute … carta pergamena

comincia Incipit ep(isto)la sa[ncti] …………. presb(iter)i in ep[isto]la f…

Item unaltro libro in octavo scritto a mano in carta pergamena intitulato

Incipit Tractatus s.ti Aug.i ep(iscop)i de super salmis

Item un altro libro grande scritto a mano di Carta pergamena in

titulato Vita Santorum

Item unaltro libro scritto a mano in Carta pergameno intitulato

Incipit liber beatii Ilarii pictavensis ep(iscop)i de sinodis cum o(mn)es

heresis

Item uno libro in foglio scritto a mano di pergameno intitulato

Comincia in nomine d(omi)ni Incipit liber s.ti Aug.ni cum quinq.e regole

Item unaltro libro scritto a mano in Carta pergamena comincia

ep(isto)la beati gregorii papae ad sdum secundinum tauromi[nitanum]

ep(iscop)um

Item unaltro libro scritto a mano di tutti li eva(n)g(e)lii in carta pergamena

Item uno libro grande in foglio di carta pergamena … sono

scritte le profetie dal testam.to vecchio

 

(f. 123r)

Item unaltro libro in foglio scritto a mano di pergamile che

comincia Ep(isto)la beati Hier.mi presb(ite)ris e poi finite alcune ep(isto)le incipit

liber d(omi)ni Joachim florensis abbatis de Unitate Trinitatis

Item uno libro in octavo scritto a mano in pergameno comincia

incipit expositio Her.mi super Hieremiam

Item uno missale scritto a mano in Carta pergamena

Item uno breviario scritto a mano di pergamila

Item uno libro grande in foglio di pergamile scritto a mano

et dice Argum.ta super ep(isto)las pauli senza nome

Item unaltro libro scritto a mano di pergam.a senza nome et

sop.a sta scritto huma…

Item unaltro libro scritto a mano di pergameno senza nome

ne se po’ conoscere di che dice essendo l(icte)re intellegibili

Item uno libro grande senza [nome] di Carta pergamena

intitulato storielle brevi ….

Item unaltro libro in foglio scritto a mano di pergamela

liber confessionis d(omi)ni Aug.ni

Item unaltro libro scritto a mano di pergamelo et è gradua[le]

vecchio

Item unaltro libro di pergamili scritto a mano et con le ep(isto)le

comentate di san paolo ap(osto)lo

libri Ecl(esiati)ci choristi

Item uno graduale grande stampato Curiale seu modum

romane Curie

Item un missale de l’ordine

Item unaltro missale piccolo gallicanum jux.a usum ecl(esi)e

cosentine

Item uno graduale vecchio de’ lordine

Item un libro di evangelio [ve]cchio

Item uno libro dep(isto)le di san paulo vecchio

Item uno [gradu]ale vecchio s(ecun)do l’ordine

 

(f. 123v)

Item uno collectario scritto a mano in carta pergamena

Item unaltro collectario vecchio scritto a mano de pergamili

Item uno graduale martirilogio Innavo vecchio

Item processionale uno vecchio senza principio et fine

Quae quidem bona Relliquie bona, et libri sup.to in(ventari)o descripti

fuerunt consignati R.do patri Macteo Urzetta priori dicte

abbatie qui pater macteus cum tit.lo prom.t illa bene tene

et conservare donec fuerit ad provisione per Ill.m D. Cardinalem

Scripture In[strumenta] ……… in sacristia

Inp.s bulla Cele[stino] ……….… per ….……. ecl(es)ia

[s.ti] Jo: de flore

Privilegium ……………………………..

Item in uno sacchetto piccolo … Con piu ……………….

Item uno sacchetto di tela vi sono alcune … … Conciduti

dali procu(rato)ri de labatia con polisse confini scripture

 

Imp.s uno sacco grandetto di cannavaccio nello quale ci sono

più et diverse scripture instr.i bulle numero Cento Cinq.ta quatt.o

le quale parte sono [legibili] et parte non se ponno legere et dentro

ci è un mazetto di altri do[cumen]ti et un mazo di instr.i n.o 33

Instrumenta

Item in uno sacco in Tela novo le infr(ascript)e scripture videlicet

Instru(mentu)m pos(sessi)onis funtana muratae in Insola Crotone Cum bulla

Innocentii 3 separata a dicto instr.o

Instru(mentu)m exemp.ne super s(ente)ntia Calabro m.ae contra curacenses

Instru(mentu)m locationis Cuiusdam petii t(er)rae … C… de Cosentia

Instru(mentu)m Emp.nis Colture rumbulis in [terr.o] s.tae severine

 

(f. 124r)

Instru(mentu)m s(e)n(ten)tiae latae contra comitem Catansarii pro quam absolvitus monasterium s.tum jo : ab Inpetitione ip(s)ius

Instru(mentu)m Cuiusdam T(enime)n(t)i in loco ubi di(citu)r aque de milo

Instru(mentu)m procurationis pro abbate s.ti jo : de flore

Instru(mentu)m emp.nis T(er)re de la peragine

Instru(mentu)m Confirmatio molendini T(er)rarum arnicarum facta abbati Rogeri in T(er)ra

cosentie

Bulla Eugeni quarti expectatae duorum b(e)ne fitiorum pro monasterio

Instru(mentu)m T(er)rae montaneae reintegrationis T(er)rae montaneae inter uni.tem Caccurii

Et abbatem salvatorem rota

Instru(mentu)m excanbii Concessionis facta per federicum mille passum tam

[in longi]udine quam in lati[tudine in loco] capo d’albo cosentie

Instru(mentu)m do(natio)nis ………………………. in Civ.tem Cosentiae

Instru(mentu)m do(natio)nis Cuiusdam C… ………………………….

Instru(mentu)m do(natio)nis …………………………………………..

Instru(mentu)m capturae poss(essi)onis ………………………………

………………..

Instru(mentu)m emp.nis in Civi.te Consentia Cuiusdam vineae in loco ubi d(icitu)r s.to paulo

Instru(mentu)m locationis Cuiusdam [tenimentum] in sila … … abba[tia]

Confirmatio federici secundi Granciarum et tenimentorum aquarum et

mineram ferri et territori de fluce

Donatio facta Cuiusdam T(er)rae in casale abrigliani Cosentiae

privileg

Instru(mentu)m emptionis Cuiusdam vineae in Civ.te Cosentie loco dicto s.to paulo

Instru(mentu)m Cuiusdam vineae in tenimentis Casalis abrigliani de Cosentia

in loco dicto s.to stefano

Instru(mentu)m concessionis plate[aticum] T(er)rae pantani in ter.o Cerentiae in loco

dicto Cor…….e iuxta flume lese et in altro dicto frassine[to]

Instru(mentu)m ex…i factae Cum ep(iscop)o Cerentinus super poss(ession)em loric[e]

Instru(mentu)m … … in loco verdò varius …

 

(f. 124v)

Instru(mentu)m do(natio)nis facte per jo(ann)em Jsusu Cuiusdam territorii allo cone

Instru(mentu)m Emptionis Cuiusdam Cerqueti in loco ubi d(icitu)r lachisano

Instru(mentu)m concessionis facte Thome rubeo di petraficta Cuiusdam

petii T(er)rae positae ad agliane sile pro Censu tt.orum octo grani.

Instru(mentu)m emp.nis Cuiusdam territorii positi in Casali petrafictae in anno

1200

Instru(mentu)m [permutatio.s inter] uni.te Caccuri et abbatem de lo monte de piro Cito

[cum] la Cotura de lo Craparizo

Instru(mentu)m do(natio)ne Cuiusdam [oliv]e[ti] in loco dicto malavicino in Cosenza

Instru(mentu)m …………………………….. pet.o ruffo comes de Catanzaro

… policastro ………………………………………………………………….

…………………………………………………………………………………

Instru(mentu)m do(natio)nis Cuiusdam ………………………………………

[Instru(mentu)m] Cuiusdam ………………………………………………….

… …tie … Cosense

Instru(mentu)m transumptum … … monasterium … …

Instru(mentu)m … Castanito ………. Casali Tiniani Cosentiae

Instru(mentu)m Concessionis Cuiusdam … in Civ.tem Cerentiae ……………

… duo …

Instru(mentu)m …a Cuiusdam vineae in ten.to Cerentiae … … …

…lestria

Instru(mentu)m do(natio)nis Cuiusdam … in t(er)ra Caccuri

Instru(mentu)m emp[t.nis] Cuiusdam  … …ari florensem in t(er)ra Caccu[ri]

Instru(mentu)m vineae et tenim.ta in Casale turzani Cosentiae

Instru(mentu)m Cuiusdam …………………. di san…

Instru(mentu)m Emp.nis ………………

Instru(mentu)m Cessionis alia p… … … super …x…ge.te …

 

(f. 125r)

Instru(mentu)m do(natio)nis facta in casali Tiniani unius querqueti

Instru(mentu)m do(natio)nis unius vineae in Civi.te Cosentie in loco dicto s.to lorenzo

Instru(mentu)m declarationis quodam Tenim.tum de Pravia in tenim.to Cerentiae

est ecl(es)iae s.ti jo(ann)is

Instru(mentu)m emp.nis Cuiusdam orti in Casali Tiniani Civ.te Cosentiae

Instru(mentu)m do(natio)nis Cuiusdam domus ante portam mag.m Cosentiae dicta

de basentia

Instru(mentu)m Concessionis Cuiusdam vineae in Civ.te Gerentiae in loco

ubi d(icitu)r pollicini pro annuatim lib. doi Cerae

Instru(mentu)m ………………………………………………….

…………………

Instru(mentu)m ………………………………………………….

Instru(mentu)m … in loco dicto …

Item uno sacco de ……………………………………………….

antiquita …………………….. consegnare ……

Bulle

Item in uno sacchecto di tele vecchio ci sono l’infr(ascript)e bulle

Imp.s bulla gregorii noni exemptionis [or]dinis florensis

Bulla sixti p(a)p(ae) quarti Co.nis pro a[li]enando quoddam t(errito)rium

Bulla Gregorii noni confirmationis Territorii leporis Collati

epi(scop)um Geruntinensem monasterio

Bulla cuiusdam inhibitionis et q(ua)s presumat spoliare mon[achos]

Bulla Innocentii papae Tertii [confirm]ationis monasterii floris

archiep(iscop)um Co[sen]tini donationem abbatis et monacorum

………… contra occupa… ………………………………………

Bulla Clementi septimi ad instantiam Salvatori rota abbatis [contra]

tenente [bona monasterii]

 

(f. 125v)

Bulla Gregorii noni Confirmationis Concessionis facte per archep(iscop)um

et cap(itu)lum s.tae s.nae Territorii Castellaci tenimenti s.ti mauri

Casalis eiusdem Civi.tis monasterio et fr(atri)bus de flore

Bulla urbani quinti passus in terris ecle(si)e monasteriis ecle(s)is

et aliorum locis pro rege ludovico

Bulla Innocentii 3.i super lite vertentem inter archep(iscop)um s.tae s.nae

et abbatem Calabro mariae super visitatione eiusdam abbatiae

Bulla honorii p(a)pae 3 super exemptione decimarum pro terris silae

Bulla honorii 3.i de exemptione decimarum per annos triginta pro monast.o

Bulla gre[gorii] [noni]  … … d… se ip(s)os ad invicem pro monachos

Bulla honorii 3 …………………………………………………

………………………….

Bulla honorii terti confirmationis f[acta] … … tenimenti

… … Cum ep(iscop)o Ge[runtinensis]

Bulla Clementis sexti unione s.ta [M.ae fontis laureati] Tropiensis Dioc.s

patri abbatie florensis

Bulla patris ab[atis mona]sterii florensis super collatione

abbatie s.ti Angeli militini T(er)re Campane grancie delo mo

nasterio florensis

Privilegia

Item in un altro sacco di canavazo vi sono l’infra(script)i privilegi videlicet

Privilegium di regem Ill.mo Alfonsis di aragonia ut compellat

de terris ad solvendo monast.o florensi omnes

quantitates pecuniae solitis in anno 1464

Instru(mentu)m regis ferdinandi in anno 1471 per [ten.to] de fiucha de

rocca nethi

 

(f. 126r)

Imperatoris

Privilegium Henrici super Concessionem sile in anno 1197

Privilegium Constantiae Romanorum Reginae Confirmationis privilegiorum

et iurium monasterii in anno 1215

Transumptum privilegii

Privilegium Federici Imperatoris Confirmationis o(mn)ium bonorum monasterii

et qua delinquentos possiut ad illud tute configere et

forum concessum qua sit abbati in omnibus excessibus praeter quam in

homicediis et membrorum mutilatione in anno 1221

Privilegium Federici imperatoris in anno 1221 Confirmationis t[enimentum]

fiuche in ter.o rocce [Net]hi

Privilegium Regina johanna in anno 1350 confirmationis

territorii Civi.tae Cerentiae …. Verdo pro mona[sterio]

Privilegium federici regis in anno 1208 Confirmationis p[rivi]

legiorum monasterii et … herbagi de fiuce

Privilegium Anselmi de Iustigen [Co]mitis Cata[nsarii] [tenimentum]

ferulisi ter.um roccae ber.dae pro monasterio

Privilegium regis federici confirmationis et [novae] [concessi]onis

monasterio de emptionis et [fran]chitie factae abatiae [in] [vende]ndo

quarum in emendo in anno 1210

Privilegium federici regis siciliae in anno 1206 confirmationis

territorii de pretiano et ba[ir]anii

Privilegium Alfonsii in anno 1457 pro tenim.to fiuca terr.o Rocchae

naeti

Privilegium regis federici [impera]torii in anno 1221 Cum facultatem

pascendi armentum in tenimenta possessi per monast[erium]

et ne ullus baiulus jus terrarum exigere possit

Privilegium [federici im]peratoris romani in anno 1219

concess[ionis] tenimenti de fiuca in rocca neti s.tae s.nae dioce[sis et]

concess[ionis mon]asteriorum … …

 

(f. 126v)

Privilegia pro Concessione D.torum sexaginta

annuorum in salina nethi

Privilegium regis ferdinandi in anno 1459 Confirmationis privi

legi regis alfonsii pro d.tis annuis sexaginta in salina nethi

Privilegium Regine Ioanne in anno directum Credinteriis

salinae nethi pro solvat monasterio D.tos sexaginta

Privilegium Henrici Imperatoris in anno 1195 concessionis

ducatorum sexag.ta in salina neti

Privilegium regis Caroli secundi in anno 1205 (sic) Confirmationis

annuorum ducatorum sexag.ta in salina neti pro monasterio

Privilegis Instru(mentu)m transunto Cuiusdam privilegii Regis federici

secundi pro … [s]alina nethi

l(icte)ra de C ……………………………………..

l(icte)ra regis fe[derici] ………………………….

……..……………………………………………..

……………………………………………………

Sententiae prestantine all’abbate de s.to Th(omas)o

de rutigliano grancia de s.to jo : de flore

Confirmatio Gregorii noni monasterio facta monasterio

floris de monasterio s.ti Thome in apulia in T(er)ra

rutiliani quod monasterium in dicta confirmatione

nominatum est grantia florensis

Transumptum [de] p.tae confirmationis

Contractus instru(mentu)m factum in anno 1301 pro recognitione

abbatiae s.ti Thoma T(er)rae rotigliani in favorem monaste[rii]

di flore

Aliud Instru(mentu)m contractum in anno 132…

Instru(mentu)m in anno 1499 factus sup.ta grancia monasterio

C[onfirmationem ecclesiae s.ta] m[ariae] in T(er)rae laterise provi.ae Idrunte

Bulla Gregorii p(a)pae absque sigillo C[confe]rmantes concessionem factam

 

(f. 127r)

Reliquie

Indulgentie

Bulla Urbani sexti concedentis o(mn)ibus penitentibus et confessionibus qui

in nativitatis Circuncisionis Epifanie resurrectioniis

ascentionis et Corp(or)is d(omi)ni et pentecostes nec non in nativitatis

annuntiationis purificationes et absumptionis beate M.ae verginis

nativitatis Beati Jo(ann)is bap.e apostolorum petri et pauli et

ecl(es)ie dedicationis festivitatibus ac celebritate omnium s(an)ctorum

Reliquie

Dentro una Cascecta di noce si son Trovati

Dentro dicta Cascia existencte in dicta sacristia si è [tro]

vata una Cascecta ……………. si sono trova[te]

l’infra(script)e reliquie videlicet

Il mento di socto sen[za scrip]ta

Una pala de spalla

Doi ossa grandi dele [gam]be

uno osso delo Coscione

et uno osso delo brazo

Item in una peza grande di lino si sono retrovate …….

mal tractate l’infr(ascript)e reliquie

Imp.s un pezo di osso con la scritta cha dice s.ti Jho(ann)e

martiris

Item dentro una peza c’è un pezo d’osso senza scr[itta]

Item in un’altra pezecta vi è un pezo di osso fra[cto]

Item un poco di Carta vi sono doi petroxie

Item dentro un poco di tafita giallo vi è un p[oco]

di osso et polvere [di] s.to lorenzo con la scripta

Item in [un] poco di Carta ci e un poco di osso che

par[e c]he sia dila testa senza scritta

Item [in u]n poco di peza ci sono Certi peci di

………………………………………………..

 

(f. 127v)

Item in un pezo di Carta ci e un pezo di osso senza scripta

Item in uno poco di Carta ci e Certo sangue congelato

senza scripta

Item in uno poco di Carta p(er)gamena ci soo tre ossa senza scritta

quali sup.te reliquie per dicto s.r vic.o pro(curato)re son state

reposte nello relequiario dove l’altre, et lovate

dila sup.ta Cascietta per starno molto in loco molto

delicate

Altro casciotto

Item dentro un altro Casciotto et in esso ci e trovati doi veli

di banbace

Item una … Carta … la quale dicono che c’era lo panno

……..

Item sei ………………………….. di argento et cohiro

………..

Nella p[rim]a Cella vi[cino] la cocina nella quale habita fr(at)e Aug.no

di Caccuri ci son trovate un saccone et [un pa]ro di lensoli

vecchi et una scavina con la lectera et con una Cascia

et una tavola vecchia

Nella seconda Cam.ra dove habita il padre don Mactheo

ursetta ci e una lictera con uno saccone et una scavina

Et di più un’altra lictera con uno saccone vecchio et una

scavina vecchiss.a

Nella tertia Cam.ra vi è una lectera con uno saccone vecchio

et una scavina et una tavola lunga

Nella quarta Cam.ra vi e una lectera con uno saccone et una

scavina vecchi

Item una Cascia vecchia cuperta di Coiro et unaltra Cascia

di tavole senza coperchio

 

(f. 128r)

  1. Nella quinta Cam.ra si servino per dispensa Ci sono una Cascia

dove teneno lo pane

Cocina

Dui banchi grandi

Item uno spito di ferro

Item una Caldaia

Item una gradiglia

Item una bocte vechia

Stalla

Uno somarello vecchio

Campanaro

Due Campane …………..

…………………………..

Quale sop.te robbe sono state Conseg.te al sup.o padre don

macteo ursetta priore ………………………………

………………………………………………………

la Ca… …………………………………………….

……………………………………………………..

……………………………………………………..

……………………………………………………..

pro… ………………………………………………

et diligenter tenere et Conservare …………………

consignate absque licentia sup.ti d(omi)ni Cardinalis et Co[mend]atarii

et sic se obligat videlicet

Quo praedicto [inv]entario seu repertorio ut supra facto statim prefatum

R.do Donno procu(rato)re requisivit  … … … de pre.tis omnibus … conficere…

scriberemus pu.cum instru(mentu)m … unde videlicet

Presentes : Marco accinbatore de petraficte habitatore s.to Jo : [de]

flore … R.do Jo : fran.co modio archidiacono fran.co

de serris R.do d. prospero figline de Caccuri donno rog.o

de serre de Caccuri p(res)b(ite)r alfonso de ingaccio de Cut[ro]

donno……… donno fab[io] ………………..

et aliis

 

(f. 128v)

Scritture recuperate dal m.o d’acti

Cinque Carte nelli quali secontene alcuni acti facti

in lo Casali di s.to jo(anni)s tra particulari quale

e stato Consignati à m(esser) fran.co le serre Cap.o

constituto per lo sup.to s.r procu(ator)e in dicto Casale

 

Item uno molino posito intro dicto Casale di s.to Jo : de flore

jux.a soi confini quale tene in afficto Vinetio sellaro

a Macteo hu[rsetta] pro quaranta sette tt.a di germano per questo

pre(se)nte anno 14 ind.e

 

(f. 129r) alba

 

(f. 129v)

Inventarium bonorum et scripturarum

repertorum in ecl(es)ia et abbatia

s.ti jo(ann)is Florensis

pro

Ill.mo D. Car.le S.tae S(everi)nae”

 

L’inventario della grancia di Virdò

Il 22 febbraio 1571 su richiesta del Reverendo Giovanni Antonio Grignetta U.J.D, procuratore dell’arcivescovo di Santa Severina Giulio Antonio Santoro detto il Cardinale di Santa Severina ed amministratore e commendatario dell’abbazia di San Giovanni in Fiore, come da istrumento pubblico in carta pergamena scritto e stipulato in Roma il 20 gennaio 1571 per mano del notaio Fabritio Gallecte, il notaio Marcello Santoro si recò in località Virdò.

Entrati nella chiesa di Santo Jacobo delo Virdò, situata nel territorio della terra di Caccuri, il procuratore a nome dell’arcivescovo chiese al Reverendo Cesare de Dominicis, commissario apostolico ed a tale scopo appositamente delegato dal Reverendo Nunzio apostolico di Napoli, in virtù di lettere che egli presentò, di porre il Grignetta in possesso della chiesa sotto il titolo di Santo Jacobo delo Virdò “cum omnibus eius iuribus jurisditionibus et introytibus ad dictam ecc.am spectantibus”.

Allora il Grignetta prese il pacifico e pieno possesso della chiesa, aprendo e chiudendo le porte, aspergendo ovunque l’acqua benedetta, pregando all’altare maggiore, sedendo in una certa sedia grande, passeggiando per la chiesa e compiendo altri atti che denotavano il pieno, libero e totale possesso. A tale consegna furono presenti alcuni frati e dei preti checantarono ad alta voce il cantico  “Te Deus Laudamus”. Dopo di ciò il Grignetta chiese al notaio di fare un atto pubblico, alla cui stesura furono presenti tra gli altri il reverendo Fabio Infosino, decano di Santa Severina, il chierico Matteo Girardo di Caccuri, il Reverendo Abbate Jacopo Prothospataro ed Marcello Prothospataro. (II, ff. 52-57).

In tale occasione fu anche fatto l’inventario. Gli edifici della grangia erano composti dalla chiesa sotto il titolo di Santo Giacomo Apostolo e da un edificio rurale composto da quattro camere con cucina e cellaro (II, ff. 58-59).

******

(f. 58r)

“Inventarium bonorum repertorum in ecc.a s.ti Jacobi

delo virdò sita et posita in terr.o terrae Caccuri

jux.a suos notorios fines facto ad instantiam

  1. D. Jo(ann)is ant.ni grignette U.J.D. procu(rato)ris

Ill.mi et R.mi D(omi)ni Car.lis s.te Sever.ne et Comend.rii

abbatie s.ti Jo: de flore videlicet

Imp.s all’intrare dela porta magiore alla

parte destra vi è un vaso di marmore seu

fonte per l’aq.a santa.

Item al cantone sinistro vi sono un travo longo

et unaltro piccolo vechi et doi  scanni vecchi

Item in mezo la chiesa pende uno lanparo

di legno indorato con una lanpa de rame

Item sop.a lo clero di detta chiesavi è un

travo sop.a lo quale ci stà lo Crucifixo

Altare Magiore

Item nello altare magiore vi e una

Imagine di rilevo di s.to Jac.o .

Item dui candileri di legno, Item Tre

tovaglie dele quale la p.a è di tela

Item una avante altare vecchio

Item una Cassup.a di Tela vechia con lo suo

vestim.to amicto stola manipolo et Cing(o)lo

Item uno coscino di pelle, Item una

Cornica di nuce per l’altare

Item uno Calice con la patena, di argento

con li Corp(ora)li et palla quale calice è vecchio

et rocto, Item uno missale Curiale vechio

 

(f. 58v)

Item uno Calice di piltro con la patena

Item uno Campanello piccolo

Item uno vossita di legno di ostia

Item uno listerino vechio

Item uno discolo

Item  una Campanetta

Item una cassupra di tela negra vecchia

Case

Imp.s una sala quatt.o Camere et una Cocina

collo cellaro.

Sala

Imp.s doi seggie di legno con unaltra senza

spallera

Item uno scanno seu banchecto neap(o)litano

Item uno sotto di sedere de reposo

Item uno paro di pedistalli usati

Camera p.a

Imp.s  47 Tigilli seu starti novi

Item una cascia vecchia

Cam.ra s.da

Imp.s doi Cascie vecchie

Item una giarra di tenire oglio

Cam.ra 3.a

Imp.s doi banchecti uno con lo suo pedistallo

et laltra con doi pedistalli

Item doi scabellecti di sedire

Item uno stipo seu reposto

Item una lectera con uno saccone et pedistalli

Uno paro di linsoli grossi

Uno Caldaronetto

Cam.ra quarta

 

(f. 59r)

Imp.s doi segie vecchie Item uno paro di

pedistalli. Uno mezarolottino quarto

Item unaltro mezarolo vecchio

Cocina

Imp.s una frixura, una cugnatella piccola

Item una pala di ferro. Item doi giarre

da tenire oglio, grandi vacanti

Cellaro

Imp.s una bocte de tenire vino di Tre

salme. Item unaltra bocte di quatt.o

salme. Item unaltra bocte piccolina

Item unaltra bocte di quatt.o salme

Item Cinque altre bocte vecchie

Item una Tina. Item un palmento di legno

di vindagnare

Item Tre scale Item scrufula

trappeto. Una petra di trappito.”

******

 In seguito parte delle entrate della grancia di Verdò furono assegnate dal commendatario ai monaci dell’abazia florense. Il 2 giugno 1571 il Grignetta a nome dell’arcivescovo, assegnò al frate Justo Gaspare Bonivannelli “florentino”, visitatore dell’ordine cisterciense e procuratore del cardinale di Claravalle generale dello stesso ordine (“Frater Hieronymus Sanctae Romanae ecclesiae tituli Sancti Matthei presbyter Cardinalis de Claravalle nuncupatus Cister. Abbas et Sanctae theologiae professor”), “pro victu vestitu et aliis rebus necessariis dictis fra.bus assistentibus ser.o dictae ecc.ae et abbatiae s.ti Jo.is de flore”, beni che davano rendite per ducati 220 annui, rispettando così la convenzione fatta in precedenza tra il cardinale di Claravalle e Bernardino Rota, procuratore dell’abbate commendatario di S. Giovanni in Fiore Ferdinando Rota.

Le rendite erano così ripartite: ducati 60 sulle entrate di Santo Martino de Canale, altri 60 sulla salina di Neto ed i rimanenti 100 su alcuni terreni della grancia di Santo Jacobo delo Virdo. I terreni sono così descritti:

“Imp.s defensam unam nominatam mala her.m existentem in grancia s.ti Jac.i delo virdò infr(ascript)is finibus limitatam, a passo dicto de lepori etvadit per viam pu.cam versus orientem et a parte superiori versus boream jux.a vinea adami muti et vadit per viam pu.cam versus orientem, et a partesuperiori versus boream jux.a vineam adaris muti et vadit per viam pu.cam et a parte  inferiori vadit ad aquam que exit a vinea …” (II, ff. 92-93).

Bordò Caccuri

Bordò, Caccuri (KR).

 

La grancia di Santa Maria de Terrata

Nello stesso giorno 22 febbraio 1571 avvenne la presa di possesso della chiesa di Santa Maria de Terrata (ff. 59r-59v).

 ******

(f. 59r)

“Grancia s.te marie de Terrata in rocca

nethi

Inventarium bonorum repertorum in sup.ta grancia

ecc.e s.te marie de T(er)rata.

 

(f. 59v)

Imp.s nello altare magiore di detta chiesa ci

sono le cose infrascripte videlicet

una Imagine dela Madonna con lo figlio di

relevo

Item Tre tovaglia con l’altarecto.

Item uno vestim.to sacerdotio conplito

con una cassup.a di tela pinta con lo avante

altare sim(i)le

Item doi Candileri di legno

Item uno calice di piltro con la sua patena

corp(ora)le et palla

Item una lampa. Item una campanecta

Case

Item doi casecte coperte di tecto dove

ci è uno lecto dice fra ferrante panalli

che vi sta che è il suo”

Terrate uno

Santa Maria de Terrata, Rocca di Neto (KR).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*