Lettera che conferma Gio. Andrea Fattizza come soprastante della torre di Jacopio

torre iacopio 3

Ruderi della torre di Jacopio in territorio di Cutro.

Lettera della Regia Camera della Sommaria al tesoriere di Calabria Ultra che conferma Gio. Andrea Fattizza della citta di Cutro come soprastante della torre di Jacopio con un salario di ducati 3 al mese.

“M.co Viro R.nti off.m Regii The.rii Prov.e Calabrie Ultra sive
eius locum.ti
Mag. Vir. como sapeti per ordine del Ill.mo qm Don Gio. de Zunica
olim Prencipe de pietra persica vicere in questo regno se
incomenciorno ad fabricare alcune turre di guardia in diverse
marine di detto regno li quali torri accio si fossero fabricate
con quella diligentia et prestezza che conveniva parse al m.co et
circospetto R.te Ribera all’hora luocotenente di questa regia
camera fare ponere in ciascuna torre una persona per soprastante
et lo trattò con detto Ill.mo Sig.r per lo quale fu comandato che
tali soprastanti si fossero deputati con lo soldo di docati
quattro il mese li quali havessero servuto mentre dette torri si
fabbricavano come suprastanti tantum et quantum poi fossero state
in difensa li perceptori seu tesaureri provinciali fossero stati
obligati advisare la Ecc.a del Regno acciò chavesse possuto
provedere di caporali et perche in questa prov.a si diede a
partito li mesi passati per li olim auditori Miranda ex
delegatione huius regiae camerae la torre di Jacopio in territorio
di cutro quale e una di quelle che si hanno da edificare dal fiume
di tacina sino al capo delle colonne e stato in tale opera
deputato per soprastante Gio. And.a Factiza dela medesima cita di
cutro dali stesso olim auditore miranda ma che ne havesse da
tirare salario sino a tanto che fosse stabilito da questa regia
camera sincome apare per copia autentica di patente in sua persona
spedita li 8 di 7bre 1600 lo quale ne ha fatto supp.re lo
confirmassimo in detto carrico et li stabilissimo il salario
solito darsi alli altri soprastanti di torri con ordine che li
fosse pagato tanto per lo tempo servito come per quello che
servera et havendoci parso confirmarlo cossi come per lo presente
lo confirmamo per soprastante a detta torre vi dicemo et ordinamo
che delli dinari de limpositione dela fabrica di torri debiati
pagarli ducati tre il mese di salario inche sono stati modificati
per questa regia camera tali salarii decurrendo in suo benefitio
dal di che ne havera presa possessione et che se ci sara lavorato
del quale servitio ne starete a fede in scriptis del capitano
sindaco et eletti dela detta cita di cutro et cussi continuarete
per ladvenire atteso con li detti farete la polissa di soluto et
la copia autentica dela presente si faranno boni a vostri conti
ordinandomo alli detti officiali presenti et futuri in solidum che
li faccino dette fide senza pagamento et che per tali lo tractino
et reputino faccino tractare et reputare da ogni altro et
signanter dal partitario di detta torre et accio che stia meglio
informato del modo shavera da regolare se li sono consignate le
instruczioni in scriptis solite darsi a tutti altri soprastanti di
torri non fandono lo contrario si amati la gratia regia et sotto
pena donze 25 – Datum neapoli ex eadem reg.a cam.a summaria die 14
mensis julii 1602.”
(Significatoria ricevuta dal tesoriere di Calabria Ultra, Camillo Romano, per i residui a. 1601-1602, Tesorieri e Percettori Fs. 550, f. 115, ASN).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*